La Presentazione Della Tesi Di Poste Italiane

Stile di carlos castaneda 25 trucchi per riciclare

È necessario cominciare con questo prima che le relazioni economiche internazionali si svilupparono principalmente dentro gli imperi coloniali creati a quel tempo (britannico, francese, tedesco, olandese, veramente e l'americano) e solo allora tra paesi di madre.

In sistema delle relazioni economiche internazionali insieme con i mercati delle materie prime il mercato finanziario mondiale, il mercato internazionale di lavoro, il mercato di informazioni mondiale, la funzione di sistema monetaria internazionale.

La globalizzazione proviene profondamente in spessore di storia, e tuttavia è un fenomeno dello XX secolo. Da questo punto di vista il nostro secolo può esser definito e come un secolo di globalizzazione. Perciò le lezioni dello XX secolo sono particolarmente importanti e importanti per capire delle sue prospettive.

La globalizzazione è soltanto sviluppata, non ci ha portato le conseguenze nel pieno già e finora li contiene solo "in un microbo". Perciò molte cose da questo su quello che parlerò, esistete non come un carattere dominante già, ma solo come una tendenza.

Tra le tre direzioni specificate il volume delle operazioni finanziarie internazionali la maggior parte aumenti più veloci, allora il movimento internazionale della capitale segue (gli investimenti diretti) e, alla fine, il commercio internazionale. Nello stesso momento dentro le transazioni di valuta di direzione finanziarie e il volume delle transazioni internazionali con titoli (compreso strumenti finanziari derivati), il processo che riflette l'accrescimento securitization dei mercati finanziari moderni particolarmente prontamente cresce (e interno e internazionale).

Ancora una nuova circostanza essenziale. La globalizzazione è seguita dall'altro, in un certo senso simile secondo i contenuti oggi, ma il processo che lo contraddice, vale a dire: il regionalization di attività economica - la globalizzazione in gruppo di copertura di scale limitato delle associazioni di creazione di paesi in cui succedono la liberalizzazione di commercio grande o più piccola, il movimento della capitale e la gente dentro il gruppo d'integrazione relativo.

A un livello microeconomico c'è orientamento strategico generale delle società, il mondo in carattere – se questo essere l'orientamento a mercati di vendite in tutto il mondo o sulle stesse fonti di rifornimento, e anche su collocamento di produzione nei paesi diversi. Questa lista delle forze motrici principali di globalizzazione riflette la prevalenza (sebbene non solo) la successione in sviluppo di questo processo: vendita – rifornimento – produzione.

Oltre a una tendenza a formazione di associazioni nella forma di Unioni doganali il posto notevole nel corso di riavvicinamento economico degli stati certi è occupato da associazioni dei paesi manifatturieri ed esportatori di materie prime, le zone economiche libere.

Sulla base di queste discussioni le conclusioni pratiche sono tirate. Autori, più o meno risolutamente sostenga il sostegno di questa tendenza dai governi, gli altri, anzi, il suo controllo, "l'equilibrio ragionevole" tra misure di liberalizzazione e protezionismo. Lo spartiacque passa in queste discussioni e posizioni non necessariamente tra i paesi diversi, ma anche tra rappresentanti di vari numeri dello stesso paese.

L'avanguardia nell'economia mondiale è venuta i sette paesi più industrializzati adesso: gli Stati Uniti, il Giappone, il Canada, la Germania, la Francia, la Gran Bretagna e l'Italia. Più di 80% di produzione industriale di gruppo dei paesi industrializzati (IC) e il circa 60% di tutta la produzione industriale mondiale, rispettivamente 70 e il 60% di generazione di elettricità, più di 60 e il circa 50% di esportazione di merci e servizi cadono alla loro parte.

Le direzioni principali e il treno merci di commercio internazionale considerevolmente sono cambiati: il posto prevalente è stato preso da giro d'affari delle materie prime tra i paesi sviluppati, e la sua riempitura delle materie prime è fatta da auto, le attrezzature, i soggetti intensivi dalla conoscenza, tecnologicamente avanzati e altri prodotti finiti. Secondo i contenuti è principalmente non l'interindustria, ma il commercio d'intraramo basato su specializzazione d'intraramo dei paesi certi.